Immagine con headline: Vita nelle sfere inferiori: dimensioni oscure della coscienza
SPIRITUALITA'

Vita nelle sfere inferiori. Dimensioni oscure della coscienza.

Questa lettura è tratta dal libro di Antony Borgia: “ La vita nel mondo invisibile”. Ed è una canalizzazione medianica di uno Spirito al Trapasso che racconta la sua esperienza. In questo capitolo narra della vita nelle sfere inferiori o dimensioni oscure della coscienza. Un resoconto molto dettagliato e importante, che ci fa capire tante cose di come realmente sono e che noi in questa vita materiale non riusciamo a capire. Inteso questo circa il comportamento umano: ciò che ci appare bello e luminoso del carattere e della personalità di un individuo, non sempre lo è. Per questo sarebbe bene non giudicare mai, perchè al di là delle apparenze può sondare solo lo Spirito Santo. Leggi anche: ” l’Anima al Trapasso: oltre la vita terrena, le Biotesi“.

“ Tutti e quattro riprendemmo il nostro viaggio. Non c’erano sentieri e il terreno stava diventando sempre più roccioso. La luce stava diminuendo rapidamente e il cielo era nero e pesante. Non c’era un’anima, non una casa, non un segno di vita. L’intero distretto era vuoto e senza colore, sembrava un altro pianeta. Dopo qualche tempo intravedemmo nell’oscurità alcune abitazioni dinanzi a noi e ci muovemmo in quella direzione.

(…) Viste da vicino queste abitazioni sembravano solo dei miseri tuguri. Era molto angosciante guardarle, ma era molto più angosciante pensare che questi erano i frutti di esistenze umane. Non entrammo in nessuna delle baracche. Era già abbastanza rimanere all’esterno e, al momento entrare non sarebbe stato di alcuna utilità.

(Vita nelle sfere inferiori. Dimensioni oscure della coscienza).

IN UN’OSCURITA’ SENZA FINE.

Edwin (la guida) ci diede alcuni dettagli: coloro che vivevano lì non avevano alcun senso del tempo, e passavano la loro esistenza in un’oscurità senza fine per colpa solo di sé stessi. Molte anime buone sono penetrate in questi reami per tentare di salvarli dall’oscurità, in alcuni casi è successo, in altri, no. Il successo non dipende dal salvatore, ma da colui che ha bisogno di essere salvato.

Se nella sua mente non esiste alcun barlume di luce, nessun desiderio di compiere il minimo passo verso la crescita spirituale , allora non può essere fatto assolutamente nulla. Il bisogno deve provenire dall’interno. E come sono caduti in basso, alcuni! Non bisogna però supporre che il giudizio terreno sia sempre coincidente alla reale evoluzione spirituale! Infatti molti ritenuti peccatori sulla terra sono in realtà anime meritevoli la cui ricompensa è qui ad aspettarli. Viceversa, ci sono persone le cui vite terrene sono state religiosamente sublimi in apparenza, e la cui fede è stata ritenuta garanzia e sinonimo di spiritualità. Leggi anche: “La Scuola dello Spirito: evoluzione dopo il Trapasso“.

Queste persone si sono prese gioco di Dio con le le loro “vite sante”, mentre facevano uno sfoggio vuoto di santità e bontà. Qui si rivelano per quello che sono: ma Dio di cui si sono presi gioco per così tanto tempo, non li punisce, si puniscono da soli. La gente che vive in questi tuguri non ha necessariamente commesso dei crimini. Qui c’è molta gente che, senza aver commesso alcun delitto, non ha però mai fatto niente di buono ad una singola persona sulla terra. Gente che ha vissuto interamente per se stessa, senza un pensiero per gli altri. Queste anime si torturano costantemente pensando che non hanno fatto nulla di male. Che sono vittime di un’atroce ingiustizia, ma in realtà hanno fatto molto male a loro stessi.

(Vita nelle sfere inferiori. Dimensioni oscure della coscienza).

LA SPERANZA RIMANE SEMPRE.

Così come gli abitanti delle sfere alte hanno creato ogni bellezza di quei reami, altrettanto hanno fatto quelli delle sfere più basse, costruendo le orrende condizioni della loro vita spirituale:. Non c’è luce nei reami inferiori, né calore, vegetazione, nessuna bellezza. Ma la speranza rimane sempre. La speranza che ogni anima possa evolvere: tutti hanno questo potere e niente si oppone alla crescita salvo loro stessi. Possono essere necessarie migliaia di anni per salire spiritualmente di un piccolo passo, ma è un passo nella direzione giusta.

Inevitabilmente pensai alla dottrina della dannazione perpetua, così amata dalla religione ortodossa (tradizionale, e in particolare un certo ramo tradizionalista del cattolicesimo), e ai fuochi eterni del cosiddetto “inferno”. Questo posto sarebbe certamente definito “inferno” dai teologi ortodossi, ma indubbiamente non c’è alcuna evidenza di fuochi o fiamme di ogni tipo. Al contrario c’è un’atmosfera gelida e cupa: in realtà la spiritualità elevata dà calore, la mancanza di spiritualità provoca gelo. L’intera dottrina del fuoco infernale – un fuoco che brucia ma non consuma – è una delle più oltraggiose, stupide e ignoranti dottrine che siano mai state inventate da altrettanti stupidi e ignoranti uomini.

Le chiese hanno costruito un concetto mostruoso del Padre Eterno! Hanno fatto di Lui un essere corruttibile con atti di servile adulazione, con la spesa di grandi somme di denaro per costruire chiese e cappelle alla “Sua Gloria”. Con atti di pentimento estremo per averlo “offeso”, con la professione di temerlo. TEMERLO!!! Lui, che è solo AMORE! E, d’altro canto, ci restituiscono l’immagine di un Dio che, senza il minimo rimorso, getta le povere anime umane in un’eterna sofferenza, bruciando in fuochi inestinguibili….( catechismo della Chiesa cattolica).

(Vita nelle sfere inferiori. Dimensioni oscure della coscienza).

LE POTENZIALITA’ DI EVOLUZIONE SONO INFINITE.

Cosa si può dire dei reami inferiori – i posti che stiamo visitando? È proprio in virtù di questa visita che vi ho parlato di questi argomenti, poiché stando in questa oscurità sono pienamente consapevole di una grande verità. E cioè che le sfere più alte del Paradiso sono alla portata di ogni anima mortale:. Le potenzialità di evoluzione sono infinite, e sono il diritto di ogni anima.

Dio non condanna nessuno; solo l’uomo condanna se stesso, ma non per l’eternità: dipende solo da lui la scelta di intraprendere il cammino verso la progressione spirituale. Ogni spirito detesta i reami inferiori per l’infelicità che vi regna e per nessun’altra ragione. Per questo esiste una grande organizzazione che aiuta ogni singola anima a risalire da questi orrendi luoghi: allora tutto sarà come desiderato dal Padre dell’Universo.

Ma ritorniamo al nostro viaggio: ricorderete la descrizione degli aromi e dei profumi sublimi provenienti dai fiori e che pervadono l’aria nel nostro reame. In questi luoghi oscuri è esattamente l’opposto. All’inizio le nostre narici furono assalite dagli odori più pestilenziali, odori che ricordavano la putrefazione della carne nel mondo terreno.

Erano nauseabondi e temetti che Ruth ed io non saremmo stati in grado di sopportarli, ma Edwin ci disse di gestirli nello stesso modo utilizzato per la temperatura gelida:. Dovevamo semplicemente chiudere la mente alla loro presenza e presto non saremmo più stati consapevoli della loro esistenza. Ci provammo e ci riuscimmo in pieno. In queste terre oscure tutto è tetro e cupo: la stessa mancanza di luce getta la desolazione nella regione. Occasionalmente potevamo dare un’occhiata ai visi di questi sfortunati passando vicino a loro. Alcuni mostravano i segni della miseria, dell’avarizia, della “bestia feroce”. C’era gente proveniente da ogni era terrestre, dai giorni attuali ai secoli remoti.

(Vita nelle sfere inferiori. Dimensioni oscure della coscienza).

NOMI STORICI FAMOSI.

E c’erano anche nomi storici famosi dei quali avevamo letto negli annali della Libreria della Verità nel nostro reame. Edwin e il suo amico ci dissero che saremmo inorriditi a sapere quanti nomi storici famosi vivevano in queste regioni malsane – uomini che avevano perpetrato atti vili e crudeli in nome della religione, o per il conseguimento dei loro egoistici e bassi scopi. Molti di questi miserabili erano inavvicinabili, e tali sarebbero rimasti per molti secoli fino a quando non avrebbero deciso volontariamente di muoversi flebilmente nella direzione della progressione spirituale. (Leggi anche: Lo sviluppo dell’Anima umana e lo svolgersi dei cicli evolutivi).

Proseguendo il nostro cammino incontrammo intere bande di queste anime demenziali aggirarsi alla ricerca di qualche atto malvagio da compiere. I loro corpi apparivano orrendamente deformati e distorti, il riflesso assoluto della loro mente miserabile. Molti sembravano vecchi, ma mi fu spiegato che, sebbene alcuni di loro fossero qui da secoli, non era il passare del tempo a scavare così i loro volti, ma le loro anime perfide. Nelle Sfere alte la bellezza dell’anima ringiovanisce i lineamenti, elimina i segni delle preoccupazioni e delle tristezze terrene e l’anima assume l’aspetto esteriore di quel periodo della vita terrena che noi chiamiamo “il fiore della vita”.

I molteplici suoni che sentivamo erano in accordo con il resto del paesaggio, da risate rauche e folli alle strida di qualche anima in tormento. Tormento inflittole da altri altrettanto malvagi. In un paio di occasioni incontrammo alcune anime coraggiose che erano quaggiù con il compito di assistere quei miseri mortali. Erano felici di vederci e parlare con noi:. nell’oscurità noi potevamo vederli e loro potevano vedere noi, ma eravamo invisibili agli altri poiché eravamo provvisti di protezione per le terre oscure.

(Vita nelle sfere inferiori. Dimensioni oscure della coscienza)..

E’SOLO L’UOMO CHE DETERMINA PER SE STESSO.

Se ogni prete o teologo avesse solo gettato un’occhiata a questi reami, non avrebbe mai più detto in vita sua che Dio, il Padre dell’Amore, avrebbe mai potuto condannare qualunque mortale a tali orrori. Lui stesso non avrebbe mai condannato nessuno a vivere quaggiù: era forse lui più pietoso di Dio stesso? No!! è solo l’uomo che determina per se stesso lo stato di esistenza in accordo con il suo livello di evoluzione spirituale.

Più conoscevo queste terre più mi rendevo conto di quanto fossero fantasiosi gli insegnamenti della chiesa ortodossa alla quale appartenevo mentre ero sulla Terra. E cioè che il luogo chiamato “inferno” è governato dal Principe dell’oscurità, il cui solo scopo è quello di impossessarsi delle anime, e dal quale non c’è più scampo una volta entrati nel suo regno. Il Diavolo non esiste come individuo solitario, ma un’anima molto malvagia può ben essere chiamata “demonio”: in questo caso ci sono moltissimi demoni. In accordo agli insegnamenti della dottrina ortodossa, solo la confraternita ecclesiale costituisce l’unica possibilità di salvezza per questi spiriti.

Possiamo ridere dell’assurdità di questi insegnamenti: non è una novità che alcuni spiriti illustri possano essere chiamati demoni! Noi conserviamo ancora il senso dell’umorismo e a volte ci divertiamo molto ad ascoltare alcuni preti ignoranti e spiritualmente ciechi dichiarare di conoscere il mondo spirituale, quando, in realtà, ne sono completamente all’oscuro. La gente dello spirito ha spalle larghe e può sopportare questa spazzatura senza provare altro che pietà per queste povere anime. Decidemmo di tornare al nostro reame, così ripassammo rapidamente attraverso la nebbia e ci trovammo di nuovo nella nostra meravigliosa campagna, con l’aria tiepida e profumata che ci avvolgeva…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *