Spiritualismo tra Scienza e filosofia
FILOSOFIA

Spiritualismo tra Scienza e Filosofia.

Intendiamo Spiritualismo tra Scienza e Filosofia, poiché studia, nel primo caso – scientifico- i fenomeni indotti dal mondo super naturale: tali fenomeni, anche i più insoliti, hanno una spiegazione scientifica e logica e appartengono quindi alle Leggi di Natura ( mondo sub-atomico): nel secondo caso, lo Spiritualismo è una filosofia perché a partire dalle manifestazioni supernaturali, propone una interpretazione della vita e una propria concezione del mondo.

Ma lo Spiritualismo è anche una religione poiché ha un’unica finalità: la Trasformazione morale dell’uomo, riprendendo gli insegnamenti del Cristo/Gesù, affinché siano adottati nella vita quotidiana di ogni persona, riportando il Cristianesimo alla sua autentica espressione di Amore e Carità. Quindi lo Spiritualismo è simultaneamente Scienza d’osservazione e dottrina filosofica..

Come scienza pratica consiste nelle relazioni che si possono stabilire con il mondo dell’Oltre e dei rapporti con il mondo fisico.

( Spiritualismo tra scienza e filosofia🙂

IL CONSOLATORE PROMESSO.

Lo Spiritualismo è il Consolatore promesso, è Cristiano e non è una religione organizzata all’interno di una struttura clericale. A questo proposito, è profondamente diversa dalle religioni tradizionali. Il culto spiritualista si compie nel cuore. È il culto del sentimento puro, dell’amore per il prossimo, del lavoro costante in favore dell’altro. Solo il pensiero equilibrato nel bene ci collega all’Intelligenza cosmica o Dio, come lo si voglia chiamare e solo la pratica delle buone azioni ci rende i suoi veri adoratori. Così, lo Spiritualismo cerca di rivivere gli insegnamenti di Gesù, nella sua semplicità e sincerità, senza nessun lusso, nessun conformismo sociale, perchè, come ha raccomandato il Maestro di Nazareth, Dio deve essere adorato in “Spirito di Verità”.

 

LO SPRIRITO DI VERITA’.

“SE Mi amate, osserverete i miei comandamenti, Io pregherò il Padre ed Egli vi darà un altro Consolatore perché rimanga per sempre con voi, lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel Mio Nome, vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto”. (Giovanni 14, 15-26)

REINCARNAZIONE O PALINGENESI.

Lo Spirito , Scintilla Divina o Monade, parto di Dio, purissima Intelligenza Creatrice, nel toccare l’atomo-materia, passa attraverso i vari stadi della vita evolutiva terrena: mondo minerale, poi vegetale, animale- e animale – uomo, (ove si attua la Giustizia divina con la Reincarnazione o Palingenesi). Quest’ultimo – animale-uomo, è dotato di Ego sum, la coscienza e il libero arbitrio, quindi capacità di scegliere tra il bene e il male. Ha la possibilità di evolversi e migliorarsi per ritornare alla Fonte perfetta. Questo tipo di evoluzione richiede l’apprendistato; ma lo Spirito la può raggiungere ( la perfezione) solo incarnandosi più volte poiché deve imprimere nel suo Sè tutte le esperienze di vita richieste nei mondi di terza dimensione. Gesù disse: “In verità, in verità ti dico, se non nasci di nuovo, non puoi vedere il Regno di Dio”

il progresso acquisito dallo Spirito è morale ed intellettuale, permettendogli così di avvicinarsi a Dio. Ma come lo studente può ripetere l’anno scolastico – lo Spirito che non sfrutta bene la sua esperienza sulla Terra può rimanere immobile per molto tempo, sperimentando ulteriori sofferenze, e ritardando così la sua evoluzione.

La reincarnazione o palingenesi, con la conseguente legge di causa ed effetto sono un gioiello della Giustizia divina, in quanto solo imprimendosi come marchio la tale esperienza, si ricava l’insegnamento, e certe esperienze vanno fatte sol nella “materia densa”, ossia in mondi come la Terra.

 

PROGRAMMA O DESTINO.

Naturalmente, la persona rinasce con relativa indipendenza, e a volte, subordinata a certe condizioni molto aspre, in virtù delle finalità educative, ma, tale imperativo si può fermare o cadere a situazioni più basse. Esiste un programma o destino di compiti edificanti che devono essere compiuti da quello che si reincarna, dove i dirigenti dell’anima fissano la quota approssimata di valori eterni che il reincarnante è suscettibile di acquisire nell’esistenza transitoria. Lo Spirito che torna alla sfera della carne può migliorare quella quota di valori, sorpassando le previsioni superiori, per proprio sforzo intensivo, o distanziarsi da essa, sprofondando ancora di più nei debiti verso il prossimo, sottovalutando le sacre opportunità che gli furono conferite. ( I Missionari – Andrè Luiz. Spirito comunicante).

Non sappiamo quante incarnazioni abbiamo avuto, e ancora meno quante ce ne aspettano. Sappiamo però, che essendo Spiriti poco evoluti, avremo molti altri ritorni sulla Terra o mondi simili alla Terra, fino a raggiungere lo sviluppo morale necessario per ritornare alla Purezza.

Non tutte le reincarnazioni si realizzano sulla Terra. Esistono Mondi superiori ed inferiori al nostro. Quando ci evolveremo abbastanza, saremo in grado di rinascere in un mondo di ordine superiore. L’Universo è infinito, “ Nella Casa del Padre Mio vi sono molte dimore”, ha detto Gesù Cristo.

La Terra è un mondo di categoria morale inferiore, come possiamo ben vedere dallo sfortunato scenario in cui l’umanità si trova. Tuttavia, è soggetta a divenire un mondo di rigenerazione quando gli uomini si decideranno di praticare il bene e la fraternità .

( Spiritualismo tra scienza e filosofia; il Consolatore promesso)

 

OBLIO DEL PASSATO.

Per quanta riguarda l’oblio del passato, noi non ricordiamo le vite precedenti , per pura misericordia di Dio. Se ci ricordassimo del male che abbiamo fatto o la sofferenza che abbiamo patito, o ancora dei nemici che ci hanno danneggiato o a cui abbiamo fatto un torto, oggi non saremmo in grado di vivere in mezzo a loro. Perché spesso i nemici del passato, oggi sono i nostri figli, fratelli, genitori, amici che si trovano vicino a noi per la riconciliazione. Per questo esiste la reincarnazione o palingenesi.

Certamente, oggi stiamo correggendo gli errori commessi nei confronti di qualcuno, o soffrendo le conseguenze di crimini perpetrati, della superbia, dell’egoismo, o addirittura, siamo aiutati da coloro che in passato ci hanno danneggiato. Da qui l’importanza della famiglia buona o cattiva che sia, dove di solito si riprendono i legami spezzati nelle esistenze precedenti.

L’incarnazione , quindi, è un’opportunità di riparazione, ed è anche l’opportunità di dedicare il nostro impegno per il bene altrui, accelerando la nostra evoluzione spirituale. Quando ci reincarniamo portiamo un “progetto di vita”, un impegno assunto in antecedenza davanti alla Spiritualità e a noi stessi, che riguarda la riparazione del male e il mettere in pratica tutto il bene possibile. A seconda della nostra condizione spirituale, si può o non si può aver scelto prove, sofferenze, difficoltà, che contribuiranno al nostro sviluppo spirituale.

( Spiritualismo tra scienza e filosofia; il Consolatore promesso).

LEGGE DI AZIONE E REAZIONE O KARMA.

La Legge di Azione e reazione o anche legge Causa ed Effetto. La durata della pena per qualsiasi errore non è subordinata al pentimento del colpevole e il suo conseguente ritorno al bene. Quando il colpevole grida per misericordia, Dio ascolta e dà speranza. Ma il semplice pentimento non è sufficiente,; è necessario riparare l’errore. Per questo motivo il colpevole si sottomette a nuove prove, e con l’uso del libero arbitrio fa il bene e ripara il male che ha fatto “Così l’uomo è costantemente il giudice della sua propria sorte”. L’uomo però, ancora non si è reso conto dell’estensione della misericordia di Dio, nei processi di salvezza e di riscatto. Molti di quelli che si ribella contro l’ingiustizia umana non riescono a comprendere che Dio è giusto e che l’Universo regna nella giustizia infallibile. La Giustizia Spirituale utilizza l’ingiustizia umana allo scopo di portare l’uomo alla Giustizia Divina.

 

PROCESSO DI RISCATTO.

Non possiamo prevedere come sarà il processo di riscatto, perchè la Misericordia può interferire nel processo. Sin dal momento che lo Spirito commette uno sbaglio, al momento del riscatto, possono essere passati molti anni. Lo Spirito è notevolmente migliorato, compreso lo sbaglio , e cambiato strada.

Chico Xavier diceva : “ Ogni volta che la Giustizia Divina cerca l’uomo per regolare i conti, e lo trova lavorando in beneficio degli altri, manda a dire alla Misericordia Divina di sospendere il debito a tempo indeterminato”.

 

LA MISERICORDIA DIVINA.

E’ nell’ausilio al prossimo che noi mobilizziamo la Misericordia Divina. Tutti possono essere strumenti della Misericordia e migliorare la vita al prossimo. Se questo funziona individualmente, immaginiamo collettivamente. Esiste sempre una previsione di riscatto che può essere alterata nel momento del riscatto… La Provvidenza Divina non è preoccupata con il riscatto, ma con la salvezza della nostra anima.

La reincarnazione o palingenesi, quindi, è un perfetto meccanismo della Giustizia Divina e spiega perché esistono così tante disuguaglianze nei destini delle creature sulla Terra. La reincarnazione e il karma non servono per spiegare tutte le tragedie della vita, tantomeno per nascondere l’ignoranza, non è scusante all’immobilismo, nelle situazioni dove dobbiamo esercitare un cambiamento e non lo facciamo. Reincarnazione e Karma sono opportunità di apprendistato, superamento delle limitazioni attraverso le successive vite nel polisistema materiale. È l’affermazione dell’unità e continuità della vita.

Dio non punisce, siamo solo noi la causa delle nostre personali sofferenze: è la legge di azione e reazione; abbiamo scelto noi le prove da affrontare qui sulla Terra, prima di nascere per espiare, pulire, purificare gli errori del passato e cercare di prevenirne altri.

(Spiritualismo tra scienza e filosofia; il Consolatore Promesso)

FISICA QUANTISTICA E SPIRITUALITA’.

A un certo punto dell’evoluzione, ci si aspetta la riconciliazione e l’equilibrio tra Scienza e Fede, la Fisica Quantistica è praticamente una fusione armonica tra i due aspetti. La risoluzione di un paradosso.

Diversi pensatori hanno profetizzato quest’alba dell’era della conoscenza. Nel secolo scorso ( Positivismo) tutte le scoperte scientifiche hanno confutato i precetti delle religioni, e la religione ha circondato la scienza per quanto riguarda l’interpretazione dei testi sacri. Oggi, nel 21° secolo, siamo invitati a guardare la realtà sotto una luce diversa, e prendere coscienza che siamo tutti parte del tutto e siamo co-creatori dell’universo.

La Fisica quantistica ci dice che per comprendere la realtà è necessario sbarazzarsi dell’idea tradizionale di materia: concreta, solida. Lo spazio e il tempo sono illusioni visive. Che una particella può essere rilevata in due punti contemporaneamente ( Entaglement quantistico). L’idea di realtà trascende tutto ciò che possiamo immaginare. E’ come se esistesse un velo tra la nostra percezione e ciò che possiamo vedere è solo un’ombra o un miraggio. La meccanica quantistica è stata in grado di dimostrare che i pensieri sono energia. E che tutta l’energia ha vibrazioni e quindi la vibrazione crea il mondo materiale. La nostra realtà palpabile è costantemente modellata e modificata dall’inconscio personale e collettivo dell’umanità.

C’era una preghiera dell’antico popolo esseno che diceva: “Qualsiasi situazione che possiamo creare nella nostra mente e ogni possibilità che siamo in grado di immaginare è un aspetto della creazione che esiste già nel tempo presente. Hanno detto che ogni preghiera è già stata esaudita da Dio. Pertanto, qualunque sia il nostro oggetto del desiderio, non è qualcosa da ottenere ma qualcosa da accadere, che è già creato nel campo vibrazionale. Tutto è possibile, quando abbiamo un desiderio sincero e allineamo i nostri pensieri, emozioni e azioni. Quel desiderio diventa parte della probabilità quantistica ed è solo necessario sintonizzare questa vibrazione perchè ci sia condensazione di energia. Il potere del pensiero e delle emozioni generano energia che quando è ben canalizzata può raggiungere qualsiasi obiettivo. La Bibbia dice:

“ LA FEDE MUOVE LE MONTAGNE”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *