SPIRITUALITA'

LA VITA E’ FONTE ETERNA. LE COLONIE SPIRITUALI.

“La vita non finisce: è fonte eterna e la morte è il gioco oscuro delle illusioni”. La vita non smette: la vita è fonte eterna: qui si caratterizza l’immortalità dell’anima. Questa immortalità è accettata da tutte le religioni, anche da quelle non spiritiste. Dopotutto credono nella esistenza del paradiso, purgatorio e inferno. E qualche cosa deve andare in questi luoghi. Pertanto, tutte le religioni credono che ci sia vita eterna, e che le persone, dopo il “trapasso“, vadano da qualche parte. Nelle colonie spirituali.

La morte è il gioco oscuro delle illusioni. Fino ad allora la morte era vista come un racconto di fantasia, con elementi allegorici. Lo studio del mondo spirituale mira precisamente ad avvicinare questa realtà. E porre fine alle illusioni e alla paura. Dobbiamo conoscere la verità e non vivere di fantasia.

Con la conoscenza di tutto ciò che comporta la morte, possiamo tracciare meglio i percorsi della nostra vita mentre siamo incarnati.

( La Vita è fonte eterna: le colonie spirituali).

LA MORTE E’ UN RESPIRO RINNOVATORE.

Andrè Luiz afferma in Nosso Lar: “Un esistenza è un atto; un corpo- una veste; un secolo- un giorno. Un servizio è un’esperienza; un trionfo è un’acquisizione. La morte è un respiro rinnovatore.

Di quante esistenze, di quanti corpi, di quanti secoli, di quanti servizi, di quanti trionfi, di quante morti abbiamo ancora bisogno?”.

Diamo un’occhiata alle nozioni di eternità che dobbiamo imparare ad acquisire. Dobbiamo incorporare questi concetti nella nostra vita quotidiana. In tal modo, vivremo più armoniosamente, accettando le leggi divine e inibendo i pensieri antiquati.

GLI SCHEMI MENTALI.

II Revisione- ogni pensiero emette vibrazione. Impariamo che anche dal pensiero formiamo schemi mentali. E che questo schema mentale viene emesso nell’atmosfera. Il tipo di vibrazione mentale dipenderà dal tipo di schema mentale formato dalla persona. Cioè dal pensiero che l’individuo nutre. Il cervello funziona come radio mittente e ricevente. Pertanto, a seconda della natura delle vibrazioni emesse, riceviamo vibrazioni dello stesso tipo.

– Emettiamo nell’atmosfera schemi e vibrazioni mentali.

– siamo in sintonia con le vibrazioni che esistono nell’atmosfera.

– ci sintonizziamo con persone che la pensano allo stesso modo.

Andrè Luiz porta la seguente lezione da Nosso Lar: “ Emettendo un’idea, iniziamo a riflettere quelli che la assomigliano, un’idea che presto si incarna, con una intensità corrispondente alla nostra insistenza nel sostenerla, mantenendoci così spontaneamente in comunicazione con tutti coloro che sono sulla nostra sintonia”.

( La Vita è fonte eterna: Le colonie spirituali).

SFERE O DIMENSIONI SPIRITUALI.

La Soglia è il nome dato alle tre colonie spirituali vibrazionalmente vicine alla dimensione fisica. È noto come un luogo progettato per eliminare i fluidi densi di spiriti disincarnati.

Si tratta di sfere o dimensioni spirituali. E come tali, ogni sfera è come un mondo, con la sua formazione perfetta, con luoghi tristi ma anche con belle regioni. La “nostra casa” stessa si trova in una sfera ombrosa.

Come tutti i piani di esistenza, è stata creata ed è mantenuta dai fluidi densi emessi dall’incarnato.

E dov’è la Soglia?

l’universo spirituale è diverso dal mondo fisico. In esso la materia è in un’altra composizione, vibrazione e dimensionalità. La materia in un’altra dimensionalità ci consente di avere diversi aspetti di ciò che accade nel nostro universo. l’universo spirituale, all’interno del suo carattere distintivo, consente a molte realtà diverse di coesistere. Ci sono colonie spirituali in cui è possibile la comunicazione tra esse.

C’è un punto di contatto tra i due Universi, cioè direttamente intrecciato con il mondo fisico. Nella letteratura di Andrè Luiz è definita la crosta della Terra.

Esistono sfere spirituali più dense di quelle intrecciate alla dimensione fisica.

L’UNIVERSO ASTRALE

L’Umbral o purgatorio per i cattolici, designa le prime tre colonie spirituali dell’universo spirituale. E così è molto vicino vibrazionalmente agli incarnati, ricevendo i loro fluidi e influenze.

In una conversazione con Lisia, Andrè Luiz afferma in Nosso Lar (La nostra dimora)

“ Credo, quindi, che esista questa sfera e si mescoli quasi con la sfera degli uomini ( Nosso Lar pag.83).

E Lisia conferma: “ sì, ed è in questa zona che si estendono i fili invisibili che collegano le menti umane tra loro. Il piano ( dimensionale della soglia) è pieno di forme disincarnate e di pensieri di incarnati”.

Dobbiamo concepire l’universo spirituale come varie dimensioni vibrazionali, strati circoscritti come strati di una cipolla.

Inoltre, l’universo spirituale è una dimensione diversa dalla nostra. È sovrapposto al nostro, ma è altra cosa. Pertanto, le scale di posizione sono approssimative e non perfette, cioè ben definite. Nosso Lar è una colonia di transizione e si trova nell’Umbral.

Tra il secondo e il terzo livello ci sono molti “Pronto Soccorso”. ( le colonie spirituali). Per aiutare quegli Spiriti che sono già in grado di uscire dalla fitta banda conosciuta come soglia. Tuttavia, è comune che lo Spirito sia salvato e rimanga in quella regione perché non può progredire nel sentimento.

Oltre al “Pronto Soccorso ci sono altre colonie, sparse nella regione descritta come numero 2. Sono colonie meno evolute rispetto a Nosso Lar. Tuttavia, già abbastanza alte da consentire allo Spirito di pianificare una nuova reincarnazione e lavorare nelle file del Bene.

( La vita è fonte eterna: le colonie spirituali)

UNA GRANDE VARIETA’ DI VEGETAZIONE

Poichè sono sfere ancora poco evolute e molto dense, hanno aspetti simili alla Terra ( mondo fisico). Quindi ha belle regioni e brutte regioni. In alcuni punti manca la luce, acqua limpida e vegetazione. C’è una grande varietà di vegetazione.

In altri luoghi infatti, la vegetazione è meravigliosa. Tuttavia, la Natura subisce l’influenza negativa dei suoi residenti. Che come qui, finiscono ancora per emettere vibrazioni mentali e adottare comportamenti anti-ecologici. Pertanto, il tempo non è stabile ed è comune per varie tempeste e altre condizioni metereologiche avverse. ( stiamo parlando del piano astrale. Quindi le condizioni climatiche sono riferite alla qualità dei pensieri e sentimenti degli spiriti che le abitano. Niente a che vedere con la metereologia fisica).

Nella fitta soglia, la prima, le colonie sono ancora governate da spiriti poco intelligenti, cioè non interessati alle Leggi Divine. Pertanto, esiste un sistema economico e sociale che non si occupa necessariamente del bene comune. c’è ancora crudeltà e molta infelicità. In esso ci sono istituiti di soccorso pronti ad aiutare coloro che vogliono uscire da una tale zona spirituale.

(La vita è fonte eterna. Le colonie spirituali).

LA LEGGE DIVINA

Nella sfera centrale, la seconda, ci sono colonie già sviluppate, ma ci sono ancora regioni infelici e molti spiriti che hanno bisogno di aiuto. Nella soglia sottile, la maggior parte delle colonie sono già governate da Spiriti che conoscono la Legge Divina. E la vita nella società è guidata da un tale ideale. I suoi abitanti sono ancora imperfetti, ma già svegli e consapevoli di se stessi. Cercano riforme intime e crescita spirituale.

Le dimensioni dell’umbral hanno lo scopo di essere dimora di Spiriti che ancora non possono superare il mondo delle forme fisiche dell’universo fisico. La coscienza è ancora condizionata da varie dipendenze della 3 Dimensione (mondo fisico). E non può ascendere a Sfere Spirituali in cui la vita ha già altre forme di espressione.

Inoltre, poiché la maggior parte di noi contribuisce alla formazione e al mantenimento di questa regione vibrazionale. Attraverso l’emissione di fluidi mentali quotidiani, siamo molto in sintonia con tali zone spirituali. Essendo la maggior parte della popolazione terrestre incarnata, spiriti di bassa vibrazione. Ragion per cui, dopo il trapasso, siamo attratti lì. Questo è ciò che è successo ad Andrè Luiz: accordo vibrazionale. Lo stato di coscienza determina il tuo piano di esistenza, da incarnato e da disincarnato.

Oltre alla nostra emissione giornaliera di vibrazioni mentali che contribuiscono ad “alimentare” la Soglia, ci sono le nostre dipendenze materiali. Come le sigarette, alcol, droghe, cibo ( in eccesso) e così via.

L’ISTITUTO DI SOCCORSO

Succede anche che lo Spirito disincarni, vive in alcune sfortunate regioni della soglia densa, spurga molti fluidi densi, risveglia la sua coscienza e viene salvato dagli emissari del Bene. Successivamente viene portato in un istituto di Soccorso e spesso, come Andrè Luiz, viene trasportato nella soglia spirituale più sottile. Sempre in sintonia con lo stadio evolutivo dello Spirito.

È degno di nota, che si risveglia nel fango come Andrè Luiz, solo chi non ha alcun merito. Colui che ha praticato Bene per tutta la vita sarà salvato e portato in istituti di soccorso situati nel mondo sottile. Per coloro che hanno avuto una vita simile a quella del dottor Adrè Luiz, questo breve tormento è necessario. Per eliminare i vizi materiali e aprire le loro coscienze a una nuova realtà. Hanno davvero bisogno di smettere di sentire il richiamo oscuro della terza dimensione.

Sarebbe più corretto dire: “Passeremo tutti attraverso le regioni umbraline ombrose”? Dopotutto ho già capito che la soglia designa le tre soglie e in tutte ci sono regioni più o meno felici. Con ogni sfera più sottile, le regioni infelici diminuiscono e le regioni di luce aumentano.

Si trova nella terza sfera più sottile dell’umbral. Essa è una delle dozzine, centinaia, migliaia di colonie sparse in tutto il Pianeta nelle varie sfere spirituali.

LA COLONIA DI TRANSIZIONE

È la colonia di transizione per gli Spiriti provenienti dalla regione umbralina che devono essere salvati e adattati al mondo degli Spiriti. Programmando nuove reincarnazioni o elevandosi ad altre sfere vibrazionali meno dense.

Quando siamo incarnati, abbiamo trascorso decine di anni, sessanta, settanta, ottanta anni vivendo con il tipo di organizzazione sociale della nostra crosta terrestre. Con strade, automobili, case ed edifici.

Allo stesso modo, colonie come Nosso Lar, hanno caratteristiche simili. Pertanto diventa possibile adattare lo Spirito dopo la morte nel nuovo universo. Un altro esempio è il cibo. La persona disincarnata non ha più bisogno di cibo denso come da noi. Tuttavia, poiché lo Spirito è condizionato a mangiare materia densa. In varie Colonie gli Spiriti si nutrono di zuppe, frutta e cibi leggeri ed hanno la materia cui sono abituati.

Il mondo materiale è un pallido riflesso di ciò che è il mondo degli Spiriti. In questo senso, colonie come Nosso Lar servono ad aiutare lo Spirito a essere salvato. E ad adattarsi alla nuova realtà e a vivere lì fino ad una nuova reincarnazione o ascensione alle Sfere superiori.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.