LETTERATURA

LA PROFEZIA DI CELESTINO – NONA ILLUMINAZIONE.

La profezia di Celestino e la nona illuminazione.

Tratto dal libro: La profezia di Celestino.

La strada diretta a nord attraversava la giungla e alcuni grandi corsi d’acqua – affluenti del Rio delle Amazzoni. Mi spiegò Padre Sanchez. Ci eravamo alzati presto e dopo un veloce saluto a Julia eravamo partiti a bordo di un veicolo. Che padre Sanchez si era fatto prestare, un camion con quattro ruote motrici. Mentre avanzavamo il terreno si alzava leggermente e gli alberi si facevano più ampi e distanti fra loro.

“ Mi ricorda la zona di Viciente”, dissi a Sanchez.

Sorrise. “ Questo è un territorio diverso, più carico di energia. È una fascia di sessanta chilometri per trenta che arriva fino alle rovine di Celestino. Ed è circondata su tutti i lati dalla giungla”.

In lontananza sulla destra, al limite della giungla, notai un appezzamento di terreno pulito. “Cos’è” – domandai, indicando a Sanchez – “ E’ quello che il governo intende per sviluppo agricolo”.

In una vasta zona di alberi erano stati abbattuti e raccolti in cataste, alcune delle quali parzialmente bruciate. Una mandria pascolava tra l’erba incolta e il terreno dissodato. Al nostro passaggio sollevarono lo sguardo verso di noi, distratti dal rumore. Notai un altro pezzo di terra su cui erano passati da poco i bulldozer, e mi resi conto che in breve tempo avrebbero tagliato gli alberi più grossi.

“ E’ spaventoso!” Esclamai”.

“ Lo è davvero. Persino il cardinale Sebastian è contrario”. (La profezia di Celestino e la Nona illuminazione)

IN CONNESSIONE CON IL PENSIERO.

Pensai a Phil. Forse quello era il luogo che stava cercando di proteggere. Cosa poteva essergli accaduto? Improvvisamente mi tornò in mente Dobson: Connor mi aveva detto che avrebbe dovuto andare all’albergo. Per quale motivo il professore scandinavo si era trovato là a dirmelo? E dov’era adesso Dobson? Era in carcere? O era stato espulso dal Paese? Mi accorsi di aver spontaneamente evocato l’immagine di Dobson in connessione con il pensiero di Phil.

“Quanto dista la missione di Sebastian?” Chiesi.

“Un’ora circa. Come ti senti?”

“Cosa vuoi dire?”

“Com’è il tuo livello di energia?”

“Credo sia alto. Qui è tutto talmente bello….”

“Che ne pensi della conversazione di ieri sera?”. Mi domandò.

“ E’ stata sbalorditiva”.

“Hai capito cosa è successo?”

“ Ti riferisci al modo in cui le idee scaturivano in noi in momenti diversi?”

“S’, anche, ma parlo soprattutto del vero significato di tutto ciò”

“Non saprei”.

(La profezia di CelestinoNona illuminazione).

IL LIVELLO DI ENERGIA E LA VELOCITA’ DI EVOLUZIONE.

“ Vedi, ci ho riflettuto a lungo. Questo modo di mettersi consapevolmente in relazione con gli altri, grazie al quale ognuno cerca di tirar fuori il meglio da chi lo circonda, è un atteggiamento che alla fine verrà assunto dall’intero genere umano. Pensa a come aumenterà il livello di energia e la velocità di evoluzione di tutti!”.

“ E’ vero”, risposi. “ Mi ero chiesto come cambierà la cultura umana quando il livello totale di energia si alzerà”.

Sànchez mi guardò come se avessi centrato la domanda esatta.

“E’ quello che vorrei sapere anch’io”. ( la profezia di CelestinoNona illuminazione)

QUANDO LA CIVILTA’ SARA’ EVOLUTA

Ci fissammo per un istante, e mi resi conto che stavamo aspettando di vedere chi avrebbe avuto l’idea successiva. Alla fine il sacerdote esclamò: “ La risposta alla nostra domanda deve trovarsi nella Nona Illuminazione! Dovrà spiegare cosa accadrà quando la civiltà si sarà evoluta”.

(…)Phil guardò Dobson, il quale si rivolse a me e Sanchez dicendo: “ La Nona Illuminazione spiega come cambierà la cultura umana nel prossimo millennio. Per via dell’evoluzione consapevole. Parla di una vita completamente diversa. Per esempio, il Manoscritto predice che noi uomini diminuiremo volontariamente il numero di abitanti. Perché tutti abbiano l’opportunità di vivere nei luoghi più belli e ricchi di energia della Terra. Dice anche che in futuro esisteranno molte altre zone del genere perché eviteremo di tagliare le foreste. Esse potranno così invecchiare e produrre energia.

(La profezia di CelestinoNona illuminazione)

UN ECCEZIONALE LIVELLO TECNOLOGICO.

Secondo la Nona Illuminazione, entro la metà del prossimo millennio gli uomini vivranno abitualmente circondati da alberi centenari. E da giardini tenuti con cura. Al tempo stesso a una ragionevole distanza dalle aree urbane di un eccezionale livello tecnologico. I mezzi di sopravvivenza – cibo, vestiario e trasporti – saranno completamente automatizzati. E a disposizione di tutti. I nostri bisogni verranno soddisfatti senza che sia necessario nessuno scambio di valuta. E senza dar vita a eccessi di vario genere.

Guidato dalle proprie intuizioni, ognuno saprà esattamente cosa fare e quando farlo, e si adatterà così alle azioni degli altri. Nessuno eccederà nei consumi, perché avremo superato il bisogno del possesso fine a se stesso. Non avremo più bisogno di quel genere di certezze. Nel prossimo Millennio l’esistenza avrà uno scopo diverso. La nostra esigenza di dare un senso alla vita verrà soddisfatta dall’entusiasmo per la nostra stessa evoluzione. – Dall’euforia che ci deriva dalle intuizioni e dal realizzarsi nel compimento del nostro destino.

MENO FRENESIA E MAGGIORE SENSIBILITA’

La Nona Illuminazione descrive un mondo con meno frenesia e maggiore sensibilità rispetto agli eventi significativi e alle coincidenze. Sapremo che potranno verificarsi ovunque. Per esempio su un sentiero che attraversa una foresta o su un ponte che valica un canyon….. Due persone si incontrano e ciascuno osserverà il campo di energia dell’altro. I tentativi di manipolazione saranno immediatamente evidenti. A questo punto si passerà ad una fase di chiarificazione. I due condivideranno consapevolmente la storia della loro vita fino a quando non verranno alla luce i messaggi. Dopo di chè ognuno proseguirà il suo viaggio individuale, con la sensazione di un profondo cambiamento. I due vibreranno a un nuovo livello. E di conseguenza influenzeranno gli altri in una maniera impensabile prima del loro incontro”….

….. “E il denaro?” , chiesi. “ Non posso credere che la gente ridurrà volontariamente le proprie entrate”.

“Non sarà necessario”, rispose Dobson. “Secondo il Manoscritto i nostri guadagni rimarranno stabili grazie alle persone che ci daranno denaro in cambio delle nostre intuizioni”.

LA DINAMICA ENERGETICA DELL’UNIVERSO.

“ Cosa?” Mi veniva quasi da ridere. Dobson sorrise, guardandomi dritto in faccia. “ Il Manoscritto dice che scoprendo sempre più cose sul-la dinamica energetica dell’Universo. Noi potremo vedere cosa accade in realtà quando diamo qualcosa a qualcuno. Adesso l’unica teoria spirituale sul dare è il concetto limitato delle elemosine religiose”.

Spostò lo sguardo su padre Sànchez. “ Come sapete, la nozione di elemosina è comunemente interpretata come l’obbligo di donare alla Chiesa il dieci per cento del proprio guadagno. l’idea sottintesa è che qualunque cosa noi doniamo ci verrà ampiamente restituita. Ma la Nona Illuminazione spiega che in realtà il dare è un principio universale di sostegno per tutti. Non solo per le organizzazioni religiose. Ricordate, quando proiettiamo energia su qualcuno creiamo in noi un vuoto. Che si riempie di nuovo solo se siamo collegati.

(La profezia di Celestino- Nona Illuminazione)

LA VERITA’ SPIRITUALE

Con il denaro funziona esattamente allo stesso modo. La Nona Illuminazione dice che quando cominciamo a dare costantemente, riceveremo sempre più di quanto possiamo dare. E i nostri doni dovrebbero andare alle persone che ci hanno dato la verità spirituale. Quando la gente entra nella nostra vita al momento giusto per darci delle risposte di cui abbiamo bisogno. dovremo dare loro del denaro. In questo cominceremo a integrare le nostre entrate, liberandoci delle professioni che limitano la nostra libertà.

Sempre più persone si impegneranno in questa economia spirituale, e inizierà così il vero cambiamento nella civiltà del prossimo millennio. Perchè la Verità spirituale verrà a galla. Avremo superato la fase di evoluzione verso la professione che ci si addice. E in seguito verremo pagati per evolverci liberamente offrendo la nostra verità agli altri”… ( La Profezia di Celestino e la Nona illuminazione)

Guardai Sànchez che stava ascoltando con attenzione e appariva raggiante.

“Sì!”, esclamò Dobson. “ lo vedo chiaramente. Se tutti partecipassero noi potremmo dare e ricevere in modo costante, e questa interazione con gli altri, questo scambio di informazioni diventerebbe il nuovo lavoro di tutti, il nostro nuovo orientamento economico. Verremmo pagati dalle persone che abbiamo aiutato. Questa situazione permetterebbe la completa automatizzazione della produzione dei mezzi di sussistenza. Saremo troppo occupati per dedicarvi tempo. E questo sistema produttivo andrebbe amministrato come un’azienda.

L’ERA DELL’INFORMAZIONE

Ne possederemmo quote azionarie, forse, e saremmo liberi di ampliare quella che è già l’era dell’informazione. Adesso per noi la cosa più importante è capire dove stiamo andando. Finora non siamo riusciti a salvare l’ambiente. A far regnare la democrazia sul pianeta e a sfamare i poveri. E questo perché non ci siamo ancora liberati dalla nostra paura della carestia e dal nostro bisogno di controllo, e siamo quindi incapaci di dare agli altri. Non siamo stati capaci di liberarcene perché non avevamo una visione alternativa della vita, ma adesso finalmente l’abbiamo!”

Si rivolse a Phil. “ Ma non avremmo bisogno di una fonte di energia più a buon mercato?”.

“Fusione, superconduttività, intelligenza artificiale”, rispose Phil. “ La tecnologia per l’automazione probabilmente non è così lontana, ora che abbiamo un motivo per realizzarla”.

“Giusto”, approvò Dobson. “ la cosa più importante per noi è cogliere l’autenticità di questo modo di vivere. Ci troviamo su questo pianeta non per costruire un impero personale di controllo, ma per evolverci. Pagare gli altri per le loro intuizioni darà il via alla trasformazione. E quando un numero sempre maggiore di settori dell’economia saranno automatizzati. Sparirà anche il denaro. Non ne avremo più bisogno. Se seguiamo correttamente le nostre intuizioni ci prenderemo solo ciò di cui abbiamo bisogno”.

“E capiremo”, intervenne Phil, “Che le zone incontaminate della Terra devono essere nutrite e protette in quanto fonti di incredibile potere”.

Mentre Phil parlava, la nostra attenzione era concentrata su di lui, che sembrava stupirsi della grande carica che ne derivava”.

LE FORESTE E IL RUOLO NELL’ECOSFERA.

(…) “Mi sono sempre interessato al-le foreste e al ruolo che rivestono nell’ecosfera. La Nona Illuminazione dice che il genere umano si evolverà spiritualmente. E che noi rallenteremo volontariamente la crescita demografica fino a raggiungere un livello di popolazione sopportabile dalla Terra. Ci impegneremo a vivere entro limiti dei sistemi energetici naturali del pianeta. Anche l’agricoltura verrà automatizzata. La piante che noi investiremo personalmente di energia, per poi consumarle, rimarranno escluse da questo processo.

Gli alberi necessari all’edilizia verranno fatti crescere in apposite zone. Questo permetterà agli altri di crescere, invecchiare e trasformarsi infine in potenti foreste. Alla fine le foreste aumenteranno di numero e tutti gli esseri umani vivranno nelle vicinanze di tali fonti di potere. Pensa a come sarà carico di energia il mondo in cui vivremo. Questo dovrà alzare il livello di energia di tutti, e ciò servirebbe ad accelerare il ritmo della nostra evoluzione. Più l’energia fluisce in noi, più l’Universo risponde in modo misterioso portando nella nostra vita le persone. Che sanno rispondere alla nostre domande”…..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.