SCIENZA E SPIRITUALITA'

La Creazione e le infinite dimensioni.

Antiche leggende narrano che le civiltà assai progredite di Atlantide e Lemuria si basavano sulle conoscenze portate sulla Terra da razze extraterrestri da molte parti della galassia sulla Creazione e le infinite dimensioni dell’Universo.

Se apriamo la nostra mente alle conoscenze occultate, capiremo che il mondo in cui crediamo di vivere corrisponde solo a una gamma di frequenza dell’esistenza.

Come è stato da molti già detto, la creazione e le infinite dimensioni di vita che vibrano a diverse velocità. Pensate alle frequenze delle numerosissime stazioni radiofoniche e televisive che in questo momento stanno trasmettendo nella vostra zona. Tutte condividono lo stesso spazio che occupa anche il vostro corpo. Voi non le vedete ed esse non vi vedono tra loro perché vibrano su frequenze diverse. Quando spostate la manopola della radio da una stazione all’altra, non succede che la prima stazione smette improvvisamente di trasmettere perché voi avete deciso di non ascoltarla più. Continua infatti a trasmettere – e ad esistere – esattamente come prima. l’unica differenza sta nel fatto che voi non siete più sintonizzati su quella frequenza. Tutte le infinite frequenze della vita e dell’esistenza in tutta la creazione condividono lo stesso spazio. La maggior parte della gente chiama “dimensioni ” queste diverse gamme di frequenza e ciò non è sbagliato perché si riferisce a una cosa ben precisa. Più precisamente si tratta di “ densità”, poiché più è lenta la vibrazione di quella energia, più densa e “solida” essa appare. Più veloce è la sua vibrazione, più etereo e immateriale è il suo aspetto. In seguito comincia a vibrare cosè velocemente da abbandonare la gamma di frequenza – la densità – dei nostri sensi fisici e noi non la vediamo più. La gamma di frequenza che riusciamo a vedere è quella che chiamo Terza Densità o Dimensione; al momento siamo sintonizzati su questa frequenza, la gamma dei nostri sensi fisici, e così riusciamo a vederla e toccarla. Quando “moriamo” ( meglio dire ‘ disincarniamo’), abbandoniamo questa gamma di frequenza e il nostro corpo e proseguiamo il nostro viaggio eterno altrove, su un’altra densità o dimensione. La nostra coscienza, il nostro pensiero, il senso che abbiamo di noi stessi sono eterni. In definitiva, tutte le frequenze e tutte le espressioni di vita sono la stessa energia. Noi siamo l’un l’altro.

È questa la Legge dell’Uno che gli illuminati del Tempio del Sole cercano di sopprimere da migliaia di anni. Alcuni extraterrestri e ultra dimensionali sanno come cambiare la loro frequenza, in modo da potersi spostare tra le densità, comparendo o “sparendo” a seconda della frequenza su cui si sintonizzano, proprio come una manopola della radio. Ecco perché c’è chi sostiene di aver visto entità sparire davanti ai propri occhi. In realtà, non sono “sparite” affatto. Hanno solo abbandonato la gamma di frequenze accessibile a quella persona. La stessa cosa succede con gli UFO.

Le tre principali forme fisiche provenienti da costellazioni, pianeti e stelle come Orione, Sirio, le Pleiadi, Marte e gli altri pianeti che ho menzionato, sembrano essere state: la razza bianca o dei “biondi dagli occhi azzurri”, una stirpe rettiliana che ha assunto varie forme; e i cosiddetti “grigi” del moderno folklore UFO. Esisteva anche una progredita stirpe nera e un’altra che, secondo chi sostiene di essere stato rapito da entità non umane, presentava un aspetto insettiforme. Negli studi sugli UFO, questi ultimi esemplari vengono designati con il nome di insettoidi: capisco quanto sia difficile accettare e comprendere queste cose per chi, come noi, ha una visione così condizionata della realtà. Ma, innanzitutto, non si chiede a nessuno di accettare ciò che qui è scritto – si tratta solo di informazioni, di cui potete fare l’uso che volete – e, in secondo luogo, il mondo non assomiglia minimamente alla nostra visione condizionata della realtà.

Capire il legame tra i Nordici, i rettiliani e i grigi significa capire molte cose del mondo di oggi. W.T. Samsel, autore di “The Atlantean Connection”, scrive:

“ Durante la prima metà dell’era lemurica, il coinvolgimento di esseri extraterrestri si limitava al ruolo di osservatori. Cioè a dire, essi non intervenivano né si immischiavano nelle cose che riguardavano quelli che allora erano per loro solo oggetto di studio. Lo sviluppo e il progresso della razza umana sulla Terra era sotto osservazione e veniva studiato da questi parenti provenienti dallo spazio. In “The Atlantis Connection” mi riferisco a tutto ciò come al “Progetto Titano”. I tre principali gruppi extraterrestri, che risultarono coinvolti nel Progetto Titano, provenivano da Sirio, dalle Pleiadi e da Orione, nonostante esistessero altre stirpi extraterrestri coinvolte in tutto questo. A questo punto entrò in scena la varietà rettiliana. Mentre gli abitanti di Sirio, delle Pleiadi e di Orione interagivano cooperando tra loro sulla base delle condizioni del programma accettate da tutti, i rettiliani si distinsero come elementi ribelli che non aderivano alle “regole” o principi del Progetto Titano stilati dai tre maggiori partecipanti al progetto…”.

( La Creazione e le infinite dimensioni)

pare che le due razze, i biondi dagli occhi azzurri e i rettiliani, si siano scontrate in molte parti della galassia con fazioni appartenenti ad entrambi gli schieramenti, spesso alleate tra loro. Questa stirpe è la forza dominante che sta dietro agli Illuminati ( per lo meno a un certo livello), ma con considerevole coinvolgimento da parte dei grigi e di alcuni elementi della razza

bianca o extraterrestre o Nordici, come vengono comunemente chiamati dagli ufologi. La parte restante della popolazione globale è composta da pedine che prendono parte alle loro battaglie e alle loro alleanze. I rettiliani e i Nordici si incrociarono tra loro per creare stirpi ibride. l’ibridazione rettiliana coinvolse anche altre razze sparse per il mondo, ma il legame con i Nordici si configurò come il più importante per loro. Questa fusione creò un codice genetico rettiliano all’interno del DNA e queste sono le stirpi che hanno governato il mondo per migliaia di anni e che ancora oggi detengono le posizioni di potere. Alle famiglie a cui un tempo appartennero i faraoni egiziani e i re europei, oggi appartengono i presidenti degli Stati Uniti, i banchieri più in vista e i proprietari di mezzi di comunicazione….

La stirpe degli illuminati.

Nel corso di tutti gli anni Novanta, mentre conducevo ricerche su come il mondo di oggi è controllato e manipolato, mi risultava sempre più chiaro che per una ragione o per l’altra le famiglie dominanti e i loro discendenti erano ossessionati dall’idea di incrociarsi tra loro. Più si sale nella scala gerarchia, più prevale questa ossessione genetica. Se si studiano le origini di queste famiglie, si scopre che esse si sono sempre incrociate tra loro. Le famiglie a cui appartenevano i 43 presidenti americani da George Washingon a George W. Bush risalgono alle famiglie aristocratiche e reali europee che, come è noto, si sono imparentate tra loro e continuano a farlo per mantenere “puro” il patrimonio genetico. Il loro albero genealogico, insieme a quello dei più importanti politici di oggi, dei magnati delle banche, dei capitani di industria e dei proprietari di media, si può far discendere, risalendo fin al più lontano passato attraverso quelle famiglie europee reali e “nobili” (ariane), dagli antichi re sumeri e dai capi delle varie regioni dell’impero, Egitto compreso.

(…) Forse le informazioni più stupefacenti contenute nelle tavolette d’argilla sumere sono le dettagliate descrizioni di come gli Annunaki si siano accoppiati con le donne del genere umano per dar vita a una razza ibrida, frutto della fusione tra i geni umani dell’epoca e quelli degli “dei”. Il termine “umano” comprende anche la razza bianca o nordica, che ha anch’essa origini extraterrestri ( il fattore RH negativo).

Ancora una volta, questo è un tema che ricorre in ogni parte del mondo e che si trova anche nell’Antico Testamento, che lo ha ripreso dalla storia sumera dei Figli di Dio ( appropriatamente tradotti come “figli degli dei”) che si sono incrociati con l’umanità per dar vita a una stirpe ibrida. La Genesi racconta che:

“ Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla Terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio ( degli dei) videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero… I Nefilim erano sulla Terra a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio ( degli dei ) si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli. Sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi”.

Il termin “Nefilim” si può tradurre come “Coloro che discesero” o “Coloro che caddero dal Cielo”. Lo studioso americano David Sielaff sottolinea il fatto che i Nefilim non sono flgli degli dei ( beni ha-Elohim), ma il frutto dell’incrocio tra gli extraterrestri che la Bibbia chiama “Elohim” e le figlie degli uomini. Le famiglie degli illuminati che dominano il mondo oggi, quindi, sono i Nefilim, gli ibridi extraterrestri-umani. nell’antichità essi erano noti anche come i Rephaim, gli Enim, gli Zazummim e gli Anakim, tutte persone molto alte o giganti a quell’epoca. Il Golia biblico era un Rephaim e “gigante in ebraico si dice “repha”. Questo dei giganti è un tema ricorrente. Affreschi scoperti in alcune grotte del Giappone, del Sud America e del deserto del Sahara, raffigurano giganti dalla testa tonda che torreggiavano su cacciatori umani. Ossa di giganti, con un’altezza che va dai due metri e mezzo ai tre metri e mezzo circa, sono state rinvenute nelle collinette del Minnesota e in altri luoghi ( Sardegna compresa, anche se la notizia è stata accuratamente celata). Gli indiani Delaware parlano di una razza di giganti che un tempo viveva ad oriente del Mississipi in enormi città, e le stesse descrizioni di giganti si ritrovano dappertutto nelle leggende e tradizioni popolari…..

Il tempo come noi lo misuriamo è un’altra illusione che imprigiona le nostre menti. So che è difficile comprendere queste cose, ma il passato, il presente e il futuro stanno tutti accadendo contemporaneamente e così alcuni visitatori extraterrestri, muovendosi attraverso le frequenze in cui questi vari “livelli” di tempo si svolgono, possono letteralmente tornare dal futuro, rispetto al punto in cui ci troviamo ora. Il viaggio nel tempo non è qualcosa di mitico; è solo che l’èlite vuole tenerci all’oscuro di ciò. C’è chi pensa che Atlantide e Lemuria non furono realtà a tre densità, ma a quattro, per cui, in seguito a ciò che accadde, la frequenza si abbassò e tutto divenne più denso. Forse andò proprio così. ( la caduta dell’Uomo), allora, fu la caduta del pianeta dalla quarta alla terza densità come conseguenza degli straordinari eventi che distrussero totalmente Marte e parzialmente la Terra. Moltissime sono le possibilità che si aprono dinanzi ai nostri occhi, non appena liberiamo la mente dalla prigione dei condizionamenti….

FONTE: “Atlantean Connection” di W.T.Samael

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.