SCIENZA E SPIRITUALITA'

IL SUONO DELL’UNIVERSO. 432 hz, l’armonia.

 la chiave d’accesso è la porta del cuore ove sussurrare la parola là che significa entrare nel profondo dell’anima. Il suono dell’Universo che attraverso la linfa ridona vigore alla mente perduta che vaga e rivaga alla ricerca di un bene che va…

Il suono come imprinting vibra nell’aria circostante e se emesso come trasmissione sanifica il corpo e allieta la mente ricollegandola al principio cuore. E’ il cuore che nel sintonizzarsi proietta la sua cadenza al battito costante dell’Universo apportando pace e serenità interiore. La vibrazione che l’Universo emana come suono risiede nel principio battito che fa capo al cuore.

(Il suono dell’Universo. 432 HZ, l’Armonia).

LA  FREQUENZA COSMICA.

All’inizio tutto avviene nella pulsazione del suono che vibrando come un diapason crea un’intermittenza costante che attraverso il condotto cuore porta all’emissione della parola. La frequenza cosmica. 432 HZ

I musicisti lo usano per accordare i propri strumenti musicali nell’orchestra, se accordato a 432 Hz, accordatura aurea, questo corista/diapason emette una frequenza che entra in risonanza con la perfezione armonica del Cosmo. Anche il nostro cuore nel suo vibrare e pulsare è in origine connesso ed allineato a questa vibrazione.

Il cuore che irradia luce è un portale che si sintonizza con l’energia ritmica e armonica del cosmo. E si esprime nell’unità vibratoria attraverso i canali di coloro che accondiscendono ad essere trasmettitori di un sentire. E percepire che si riflette nella vita di ogni giorno.

Possiamo dire che tutto nell’Universo è musica e ritmo. Tutto gravita in questo equilibrio perfetto di suoni e pulsazioni e noi siamo parte di questo Universo.

Il cuore è come un direttore d’orchestra che se usato in connessione con la mente, coordina le azioni e i pensieri di ogni giorno. Portando armonia e perfezione al nostro canto interiore e alla vita.

Al contrario, la mente, se usata in unione con i sensi e l’ego porta disequilibrio ritmico e disarmonia nel nostro corpo fisico. E nella nostra esistenza.

Tutta questa dissonanza nel tempo si esprimerà in malessere fisico e insoddisfazione che si rifletteranno anche nell’ambiente familiare e circostante.

( Il suono dell’Universo. 432 HZ, l’Armonia)

IL CUORE E’ IL MOTORE DELLA NOSTRA EVOLUZIONE.

Ecco perchè il cuore è il motore della nostra  evoluzione. E’ tramite la sua cadenza, il suo sussulto che si fa avanti la forza interiore. Il cuore è la chiave d’accesso per penetrare all’interno dell’anima.

Il corpo umano tramite il cuore, muscolo pulsante, è in grado di chiarire il suo campo intorno come visione della vita. E come potere della nella volontà di decidere e preordinare le azioni di ogni giorno.

E’ il cuore che accompagna il cammino della esistenza nell’andare incontro a prospettive nuove e diverse dalle precedenti. Occorre per questo sintonizzarsi con la pulsazione ritmica e le frequenze che emana. Esse sono un insieme di impulsi vibratori che agiscono donandoci esperienze positive e costruttive. Che sperimentiamo nella vita divenendo portatori di pace ed armonia per il nostro e l’altrui bene.

Il ritmo del cuore dovrebbe essere sempre sintonizzato al ritmo dell’Universo. Così nel tempo si creerà una sinapsi quale accordo costante che metterà in luce la sua forza all’interno dell’involucro corpo.

ASCOLTO INTERIORE.

Vibrare con l’Universo significa ascoltare il battito del cuore che come un diapason si riallaccia al battito costante e continuo. Che il Creato emette per abbracciare tutte le sue creature. Ascoltare è fermarsi, percepire e assecondare la voce interiore che parla. Fondamentale è l’ascolto interiore.

L’ascolto è la chiave per entrare nel contatto più nitido e vivo. Saper ascoltare, saper porre l’orecchio come timbro iniziale verso le cadenze sonore come vibrazioni. Per poi tradurle in note attraverso la musica che accompagna nel tempo l’espressione verbo. Come vocalità di un suono che si traduce in realtà.

La purezza del messaggio che si vuole dare è nell’ascolto, nella sintonia della mente superiore che si ricollega da sintonia dell’Universo. Come campo vibratorio costante che traduce attraverso l’intermittenza del raggio laser il verbo scottante.

Entrare in sintonia con l’Universo è porsi in ascolto del ritmo del cuore cosmico. Come pulsazione che si ricongiunge alla cadenza vibratoria di tutti i cuori sintonizzati al suo battito continuo e costante.

La Natura nel suo insieme canta e suona a 432 Hz, l’equilibrio aurico e geometrico perfetto. Tutto questo era stato ben compreso, verificato e trasmesso nel passato. Da menti artistiche e filosofiche quali Pitagora, Platone, Leonardo da Vinci, Bach e molti altri che hanno contribuito a spiegare le relazioni tra il corpo umano, il suono, la Natura e l’Universo. Possiamo dire che la musica delle dimensioni è accordata in perfetta simbiosi con la musica del Creatore: Dio ha creato l’Universo attraverso il suono.

Nel momento in cui non siamo in sintonia con questo sentire entriamo in un campo ritmico discordante. Che nel tempo produrrà conflitti interiori che si ripercuoteranno sia a livello fisico che ambientale.

E’ l’udito che viene posto in primo piano nella fase di ascolto, più l’udito si affina più l’ascolto è puro. Chi ascolta la voce interiore esce dal frastuono dell’ambiente trasformando la sua e l’altrui vita. Ascoltare è indice di silenzio interiore che nel tempo attraverso il suono iniziale porta al contatto con le vibrazioni del Cosmo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.