SPIRITUALITA'

IL MAGNETISMO nella Teosofia . Parte II

…. Il Magnetismo nell’aura ( Il Magnetismo nella Teosofia) dell’individuo si accumula attorno al desiderio, alla volontà e alle abitudini. Il percorso spirituale è una serie di passaggi attraverso i quali l’individuo scambia situazioni magnetiche inferiori con situazioni magnetiche superiori. A causa della forza magnetica automatica delle abitudini, non è sufficiente sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato. Quindi, bisogna anche esaminare se ci si è inconsciamente identificati con il magnetismo dell’illusione. Questo può accadere dopo aver riconosciuto l’illusione come tale nella nostra coscienza pensante.

Robert Crosbie ha scritto:

TRASCENDERE L’ILLUSIONE

“ Nessuno che vede il suo errore è un caso perduto. Nel momento in cui vediamo che siamo illusi, non siamo più illusi in quel momento. Anche se siamo ancora circondati dalle conseguenze dell’illusione e dobbiamo uscirne. Tutti gli ostacoli e le difficoltà derivano dall’autoidentificazione con illusioni ed errori. Nostro dovere è trascendere l’illusione”.

Oltre a riconoscere il vero dal falso, è necessario rinunciare attivamente a ciò che è falso, optando per il vero. E questo non sempre è facile, perché richiede sviluppo magnetico della volontà personale.

(Il Magnetismo nella Teosofia)

GLI ESERCIZI DI RESPIRAZIONE

Quando respiriamo aria fresca e restiamo in contatto con la luce solare, ad esempio, aumentiamo il nostro magnetismo vitale. La respirazione breve e veloce non è magnetica, ma lo è quella profonda che aumenta forza personale. Gli esercizi di respirazione quotidiana, eseguiti all’aperto, ricaricano il corpo con il “ prana” , forza vitale del Cosmo. Camminare attraverso la natura senza preoccupazioni espande la vitalità. l’esercizio fisico moderato ossigena il corpo ed è magnetizzante. Le persone naturalmente magnetiche mangiano correttamente, non mangiano troppo, lavorano con piacere, dedizione e calma.

Un maggiore magnetismo emotivo aumenta quando le persone mantengono alti i sentimenti. Non provare sentimenti di invidia o disprezzare il lavoro e i possedimenti o pregi altrui.

(Il magnetisimo nella Teosofia)

LEGGE DELL’EQUILIBRIO

La presenza del magnetismo spirituale provoca l’abbandono di obiettivi egoistici. Per coloro che hanno questa forza, è naturale meditare quotidianamente sulla verità universale presente al centro di tutte le cose. E al centro del proprio essere. In questo contesto, l’individuo ha interesse a indagare ciò che va oltre il pensare. Ottiene ciò che cerca concentrandosi sul vuoto centrale della Legge dell’Equilibrio che dirige silenziosamente sia la propria coscienza che per la coscienza dell’Universo. Quindi si cessa di desiderare cose piacevoli solo per se stessi nel breve periodo.

Da questo momento in avanti la propria sofferenza e felicità sono diverse dalle forme di felicità e sofferenza che si trovano nel mondo convenzionale. Tale individuo può compiere un atto di sacrificio contrastando i meccanismi attraverso i quali si perpetua l’ignoranza etica e spirituale dell’umanità. Questo attirerà un certo grado di sofferenza nell’IO inferiore. Ma nella stessa misura, il magnetismo benedetto che caratterizza il piano del sé superiore aumenterà. Tutti gli aspetti della vita sono interconnessi. Quando raccogli magnetismo positivo in un dominio, diventa più facile preservare il magnetismo sotto altri aspetti. Questa è la forza della Legge dell’Equilibrio.

È vero che una persona può avere una buona quantità di magnetismo in un determinato dominio. Ma allo stesso tempo subisce gravi perdite di energia in altre aree. Per coloro che percorrono il sentiero teosofico, questo è il processo di test e prove. Nonostante le sfide, gli esseri magnetici seminano sentimenti di buona volontà nei rapporti con i colleghi, amici, familiari, conoscenti. Nessuno vive in isolamento e ciò che viene seminato sarà raccolto. Questa legge funziona anche sul piano del pensiero.

( Il Magnetismo nella Teosofia)

ABBANDONARE I DESIDERI

Indubbiamente, in molti casi il raccolto buono o cattivo può essere per la prossima incarnazione. È anche un dato di fatto che questa legge funziona meccanicamente, o semplicemente, in modo lineare o prevedibile. Ma la perfezione con cui opera è spesso infallibile, come si può vedere dai molti aspetti e processi in cui il suo funzionamento è osservabile.

Uno dei fattori più importanti nella vita magnetica di ogni individuo saggio è la capacità di non desiderare intensamente nulla sul piano personale egoistico a breve termine. Quindi abbandonare i desideri materiai, come ci informa anche la fiosofia buddista.

l’assenza di desideri confusi consente di raccogliere energia sottile. La presenza di una volontà nobile, costante e alta è indispensabile per avere un contatto con la fonte dell’energia superiore. Consapevole di ciò, l’individuo magnetico rinuncia al desiderio di piccoli oggetti. Accetta il vuoto nel piano delle cose secondarie perché ha focalizzato il suo interesse su ciò che considera principale. Mette da parte la ricerca del piacere immediato. Ed è quindi in grado di agire su intenzioni impersonalmente giuste.

Eliphas Levi ha scritto:

IL PIACERE E’ UN NEMICO

Il piacere è un nemico che deve inevitabilmente diventare il nostro schiavo o il nostro padrone. Per possederlo bisogna combattere e per goderselo bisogna averlo superato. Il piacere è uno schiavo affascinante, ma un padrone crudele, spietato, omicida. Si stanca, impoverisce e uccide quelli che domina, avendo ingannato tutti i suoi desideri e tradito tutte le sue speranze”…

Ogni persona produce e mantiene il proprio magnetismo attraverso le scelte pratiche che fa. La volontà media esercitata da una persona genera una corrispondente corrente magnetica che circonda e anima il suo corpo. l’esercizio fisico fa bene alla salute perché crea una volontà sana nei muscoli e in tutti i tessuti del corpo. Posture yoga, esercizi di arti marziali, nuoto, passeggiate all’aria aperta. O persino ciclismo sono tutti mezzi per ottenere e concentrare vitalità fisica e psichica. Ma qualunque cosa si pensi, si desideri e si faccia sui piani sottili, si unisce anche il magnetismo corrispondente sui diversi piani o regni della vita. Pertanto, la produzione di un buon magnetismo dipende dalla formazione di buone abitudini.

(Il magnetismo nella teosofia)

L’ENERGIA MAGNETICA

Una certa energia magnetica si accumula ripetendo i nostri soliti piccoli atteggiamenti nella vita quotidiana, siano essi fisici, emotivi o mentali. l’energia magnetica generata dalle nostre abitudini può sembrare piccola, ma questo non è vero. Trenta minuti al giorno di studio e di contemplazione possono fare la differenza in pochi mesi…. Quaranta minuti di lettura meditativa al giorno sono sufficienti per cambiare una vita. Se portano al rafforzamento di una volontà spirituale associata al giudizio e al buon senso.

Quando studiamo la spiritualità o la filosofia classica, non permettiamo a nessun pensiero personale o dispersivo di dominare la nostra coscienza. Concentriamo i nostri pensieri più e più volte su un tema sacro e astratto liberamente scelto da noi. A poco a poco, questa postura si espande a 24 ore al giorno e l’energia meccanica delle abitudini di pensiero si trasforma in una forza elettromagnetica purificata. Energia magnetica. Questa costante elevazione della coscienza genera la volontà spirituale e riduce gradualmente la forza delle vecchie abitudini di pensiero ed emozioni. Il vecchio flusso di energie trascorse inconsciamente viene sempre più trasmutato. E quindi abbiamo una forza disponibile per ogni nostra iniziativa. Otteniamo una presenza più forte e più magnetica di fronte agli eventi e alle situazioni della vita.

UNA STAZIONE CENTRALE DI CONNESSIONI ELETTROMAGNETICHE

Il cervello umano è una stazione centrale di connessioni elettromagnetiche. Il suo potenziale è illimitato. l’energia che lo attraversa acquisisce forza e chiarezza man mano che prendiamo esperienza e saggezza.

Il silenzio mentale, la rinuncia a diverse forme di avidità e paure, i pensieri retti. E una propensione della nostra coscienza intorno a fatti positivi e realtà generali sono tutte decisioni e scelte volontarie.

FONDAMENTALE E’ L’AUTOANALISI.

Queste possibilità sono alla nostra portata. Servono a liberarci dalla sofferenza psicologica. Lo spirito critico è fondamentale, ma non dovremmo essere trascinati da esso. È opportuno porre maggiormente l’accento sulla costruzione di ciò che è giusto e su ciò che è sbagliato. Dobbiamo essere severi con noi stessi poiché il costrutto principale è sempre l’autocritica, l’autoanalisi. Ogni critica deve essere intesa e diretta verso la costruzione di un modello migliore di quello in vigore. Al contrario, avremmo solo una perdita di energia magnetica. La legge di conservazione dell’energia è la stessa legge di conservazione del magnetismo.

Quando l’energia vitale di un individuo si polarizza attorno a ciò che è buono, vero e durevole, nascono la fiducia in se stessi, la fiducia negli altri e la fiducia nella vita. Poi arriva il potere e l’entusiasmo.

un’energia sincera e di supporto ne vale la pena. Il cuore umano diventa sia umile che immenso, e in esso la felicità è incondizionata.

i

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.