SPIRITUALITA'

Il Corpo fluidico o Perispirito. L’involucro energetico.

Gli insegnamenti che ci vengono dagli Spiriti sulla loro condizione dopo la morte, ci fanno comprendere meglio secondo qual legge il corpo fluidico o Perispirito si trasforma e progredisce.

La stessa forza che, come abbiamo già detto, spinge l’essere nella sua evoluzione attraverso i secoli, a crearsi, secondo i propri bisogni e le proprie tendenze, gli organi materiali necessari al suo sviluppo, lo spinge pure, in modo analogo e parallelo, a perfezionare le proprie facoltà, a crearsi nuovi mezzi d’azione, appropriati al suo stato fluidico, intellettuale e morale. ( Il corpo fluidico o perispirito. L’involucro energetico)

VOLONTA’ FORZA SOVRANA DELL’ANIMA.

L’inviluppo fluidico- corpo fluidico o Perispirito dell’essere si purifica, si illumina o si oscura. Secondo la natura elevata o grossolana dei pensieri che vi si riflettono. Ogni atto, ogni pensiero ha la sua rispondenza nel perispirito e vi si imprime. Da ciò le conseguenze inevitabili per la condizione dello spirito stesso. cChe esercita un’azione continua sul suo involucro, e per mezzo della volontà può sempre modificarne la condizione. La volontà forza sovrana dell’anima, la forza per eccellenza che costituisce il fondo stesso della personalità.

La sua potenza sui fluidi è illimitata e si accresce con l’elevazione dello spirito. Nell’ambiente terrestre i suoi poteri sulla materia sono limitati. Poiché l’uomo non si conosce, e non sa utilizzare le forze che sono in lui. Ma, nei mondi più evoluti, l’essere umano che ha imparato a volere. Comanda alla natura intera, dirige a suo modo i fluidi materiali, provoca fenomeni e metamorfosi che hanno del prodigio.

Nello spazio libero e su questi mondi superiori, la materia si presta a condizioni fluidiche di cui non possiamo formarci che una vaga idea. Come sulla Terra certe combinazioni chimiche non si producono che sotto l’azione della luce. Così in questi ambienti i fluidi non si uniscono e non si combinano che per un atto di volontà degli esseri superiori. Grazie agli studi sui fenomeni magnetici fatti da numerosi fisiologi. L’azione della volontà sulla materia è già entrata nel dominio dell’esperienza scientifica sotto i nomi di ipnotismo e di suggestione mentale.

(Il Corpo fluidico o perispirito. L’involucro energetico)

Proprietà della materia.

(…) Alla morte lo spirito si trova avvolto da fluidi opachi e grevi, che intercettano le impressioni del mondo esterno, e diventano, per l’anima, una prigione. È questo il castigo che lo spirito stesso si prepara: la sua condizione è opera sua, e non cambia che allorquando più elevate aspirazioni, il pentimento, la volontà, di migliorarsi, spezzano la catena materiale che lo avvince.

Se le passioni basse e grossolane turbano ed oscurano il corpo fluidico, i pensieri generosi, le azioni nobili, al contrario, affinano e dilatano le molecole del perispirito. Noi sappiamo che molte proprietà della materia aumentano in proporzione del suo grado di purezza: le esperienze di Crookes dimostrano che la rarefazione degli atomi determina lo stato radiante di essi.

L’ENERGIA VIBRATORIA DEL PERISPIRITO.

La materia, in stato di rarefazione, si infiamma, diventa luminosa e imponderabile. Così avviene della sostanza del perispirito che costituisce uno stato ancor più sottile della materia. Rarefacendosi, esso diventa più plastico e sensibile. La potenza di radiazione, l’ energia vibratoria del perispirito aumentano in proporzione. E gli permettono di sottrarsi all’attrazione terrestre. Lo spirito entra allora in possesso di sensi nuovi, per mezzo dei quali potrà, penetrando in ambienti più puri, comunicare con esseri più eterei. Ogni anima umana può conquistare e sviluppare queste facoltà.

La volontà, che usata nel bene e secondo le leggi eterne può realizzare grandi cose, è molto potente anche nel male. I nostri cattivi pensieri, i nostri impuri desideri, le nostre malvagie azioni, si riflettono nei fluidi circostanti e li corrompono. Il loro contatto provoca il malessere e suscita impressioni pericolose in coloro che ci avvicinano. Poiché ogni organismo subisce l’influenza dei fluidi dell’ambiente. I sentimenti elevati, i pensieri d’amore, le calorose esortazioni, si propagano intorno a noi. Rialzano e sostengono coloro che ci avvicinano. Così si spiega l’impero esercitato sulle moltitudini, dai grandi, dalle anime elette che ebbero una missione quaggiù. E l’influenza dannosa dei malvagi, per quanto si possa sempre scongiurare con atti di volizione contraria.

IL PENSIERO E’ UNA FORZA MAGNETICA.

(…) Il pensiero, utilizzato come forza magnetica, potrebbe riparare molti disordini, attenuare molti mali. Proiettando fortemente e con atti continui la volontà sugli esseri infelici, ammalati, perversi, smarriti. Noi potremmo consolare, convincere, sollevare e guarire. Con l’esercizio della volontà indirizzata al bene, non solo si otterrebbe un notevole miglioramento della specie. Ma si darebbe anche al pensiero una forza magnetica, una potenza di penetrazione incalcolabile.

Una fusione intima di fluidi buoni, attinti al serbatoio senza limiti della natura con l’assistenza degli invisibili, potrebbe ristabilire la salute compromessa. Rendere la fede e l’energia ai disperati. l’azione regolare e perseverante della volontà, si farebbe sentire a distanza sugli increduli, sugli scettici, sui malvagi. Scuoterebbe la loro ostinazione, addolcirebbe il loro odio, illuminerebbe con un raggio di verità le più ritrose intelligenze. Insomma, questa forma ignorata della suggestione mentale . Potenze temibile che può condurre ai più opposti risultati – usata per il bene, trasformerebbe lo stato morale della società.

UN’AZIONE ENERGICA.

La volontà agente sui fluidi sfida il controllo e l’analisi, opera nell’ombra e nel silenzio, e , superando ogni ostacolo, penetra in ogni luogo; ma per produrre tutti i suoi effetti, essa ha bisogno di un’azione energica, di uno slancio potente, di una pazienza instancabile. Come la goccia d’acqua cava lentamente la pietra più dura. Così un pensiero persistente e generoso finisce con l’insinuarsi nello spirito più restìo.

Se la volontà isolata può molto per il bene sociale, cosa non potrebbe l’unione delle menti più elevate, la concordia di tutte le libere volontà? Le energie intellettuali, oggigiorno divergenti, si elidono reciprocamente. E danno luogo al turbamento e all’incoerenza delle idee moderne; ma quando lo spirito umano, fatto conscio della sua potenza. E raccolte in un centro comune le volontà sparse, saprà dirigerle al Bene e al Bello, al Vero. L’uomo potrà guadagnare arditamente le sommità eterne, e rinnovare la faccia del mondo….

FONTE: Leon Denis . Vita dopo la morte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.