ANTROPOLOGIA

Evoluzione Planetaria- Antropologia esoterica (I)

L’Etnologia unita alla concezione esoterica della vita ci aiuta in gran misura a formarci un’idea chiara dell’Ascesa e Caduta delle civiltà. La saggezza antica ci insegna che ogni Evoluzione planetaria. Dal suo inizio fino alla sua piena espansione, contiene in sé – parlando dal punto di vista dell’umanità – 7 Razze radici, ognuna delle quali contiene a sua volta 7 ramificazioni o sotto razze. La nostra attuale Razza Radice è la 5a, perciò si potrà dedurre che prima della nostra sono esistite 4 Razze Radici. E che in seguito dovranno emergere ancora due Razze Radici, fino a completare le sette prima che finisca il ciclo planetario di vita in questo pianeta. Come vedremo, tutto segue un “Progetto”, tutto segue un archetipo divino.

Attenendoci al percorso delle nostre idee e in accordo col fine proposto, possiamo dire che ogni tipo di Razza, con le sue rispettive Sottorazze che continuano ad apparire ciclicamente sulla Terra, ha il nobile compito di rivelare un concreto Archetipo, in accordo con gli Archetipi universali. Il metodo che utilizza l’Occultista avanzato per poter studiare ed investigare chiaramente ed obiettivamente quello che è successo nel remoto passato. Consiste nello sviluppo delle facoltà superiori che gli permettono di entrare coscientemente nella Memoria dei Logos Planetari, o Registri Akashici. I I Registri Akashici sono la memoria della natura, dove è immagazzinato tutta la Memoria dei Tempi. Questi Registri akashici si trovano nei Piani o Dimensioni superiori, dove ad ogni Iniziato di un certo grado è permesso accedere. Maestri ed Iniziati di generazioni passate e presenti hanno s

(Evoluzione PlanetariaAntropologia esoterica–-)

ORIGINE DELL’ESISTENZA.

Quello che conosciamo oggi come essere umano, completo , sensibile, e strutturato fisicamente, emozionalmente e spiritualmente, è il risultato, indubbiamente di milioni di anni di evoluzione. Ma quale fu la sua origine, il motivo della sua esistenza? Quale il suo sviluppo e quale la sua meta o sviluppo finale? Perchè, così un seme contiene ancora dentro di sé tutta l’informazione e tutto il potenziale latente, così l’essere umano è seme e presto apparirà la bellezza del suo divino fiore, che tutta l’ingegneria evolutiva del nostro pianeta mira a far emergere. Vediamo ora quali furono gli inizi delle razze umane e quali gli sviluppi, epoca dopo epoca, razza dopo razza e presto comprenderemo quanta sapienza ha la Divina Provvidenza. ( Evoluzione Planetaria– ‘Antropologia esoterica -)

LE RAZZE O EVOLUZIONI UMANE.

!° Razza Protoplasmatica; 2° Razza Iperborea; 3°Razza Lemure; 4 Razza Atlantidea; 5 Razzza Ariana, l’attuale, composta da tutte le razze presenti.; 6 la Razza futura, in rormazione; 7 l’ultima Razza, il perfetto Uomo Divino.

Prima Razza Radice : Protoplasmatica

L’ubicazione geografica di questa razza era nelll’Isola Sacra e Imperitura”. La ragione di questo nome è che, secondo quanto si tramanda, questa Isola Sacra non ha partecipato mai al destino degli altri Continenti. Poiché era l’unica il cui destino era quello di durare dall’inizio fino alla fine del “MANVANTARA” ( un ciclo cosmico) attraversando ogni Tappa. E’ la culla del primo uomo e la dimora dell’ultimo mortale divino, scelto per il seme dell’umanità. Molto poco si può dire di questa Terra misteriosa e sacra, eccetto quanto si afferma con una poetica espressione in uno degli antichi commentari : “ La Stella Polare fissa in lei il suo vigilante sguardo, dall’Aurora fino al termine del Crepuscolo di un Giorno del Grande Soffio”.

Questo giorno del Grande soffio è chiamato in India “un giorno di Brahama” che equivale in giorni terrestri a 8.640.000.000 anni. La prima razza radice occupò probabilmente le regioni che denominiamo oggi Asia del Nord, Groenlandia, Islanda, Norvegia e Svezia e l’estremo nord della Siberia. L’Isola Sacra alla quale si fa riferimento è situata sulla calotta polare settentrionale ed ancora esiste ma in stato eterico nei piani sottili della quarta dimensione.

(Evoluzione Planetaria :Antropologia esoterica – )

STRUTTURA DEI CORPI

Questa razza non aveva involucro fisico ed era costituita totalmente di materia eterica. ( vedi anche l’articolo “ LA MONADE, SCINTILLA DIVINA E LA SUA PRECIPITAZIONE.). E’ molto poco quello che si conosce o si può investigare riguardo ad essa. In quell’epoca Polare il mondo era in uno stato di fusione ed era avvolto da un’atmosfera gassosa. Ciononostante possiamo riferire che le forme non erano umane. la struttura dei corpi era enorme. Si ammucchiavano insensibili e passivi, poiché essendo la coscienza di queste entità ad un livello atomico. Poteva appena influire, molto lievemente, sui rozzi corpi primordiali. Il corpo era una massa enorme con un’apertura nella parte superiore, dalla quale si protendeva un organo di orientamento che segnalava i luoghi di pericolo o l’eccesso di calore. Si trattava dell’organo precedente all’attuale Ghiandola Pineale.

Si trattava di una Razza che galleggiava e scivolava nell’ambiente, i corpi ancora non situati sull’umida e calda terra; questi esseri si erano evoluti nelle Dimensioni Superiori della Natura e del Cosmo e si erano cristallizzati infine su di una terra protoplasmatica, dopo molti processi evolutivi attivati dal loro seme originario ubicato nel Caos, nel MAGNUS LIMBUS, nell’ILIASTER del Mondo. Di questa Razza-Radice non si può dire che avesse Sottorazze concrete o definite, benché sia certo che attraversasse sette tappe di crescita.

I primi corpi ( di proiezione nettamente lunare) sono Androgini, non hanno caratteri sessuali. Questi uomini primordiali hanno poche e ben definite funzioni: l’alimentazione e la respirazione; tutta la coscienza si trova centralizzata in queste attività base. L’Iniziato che investiga questa Razza si commuove contemplando il lavoro realizzato da alcuni tiri di DEVA (Angeli) che curano il processo di strutturazione delle forme ed insegnano a quegli esseri primitivi, seme dell’umanità terrestre, a mangiare e a respirare.

Un po’ alla volta appaiono i 5 sensi, la Vista, l’Udito, l’Olfatto, e, più avanti, il gusto ed il Tatto. Questi sensi, il cui sviluppo esige tempi lunghi, sono aperture della Vita interiore verso l’esterno.

Alla fine della settima Sottorazza della prima Razza-Radice, l’essere umano possiede contorni definiti e strutturati, ma rozzi e sproporzionati.

( Evoluzione planetaria:’antropologia esoterica )

2a RAZZA-RADICE “IPERBOREA”

Questa Razza risiede nel secondo continente Iperboreo, il quale occupava l’attuale Nord dell’Asia, la Groenlandia, la Svezia, la Norvegia e si estendeva a Sud-Ovest fino a quella che è oggi l’Inghilterra. Il clima era tropicale e ricco di vegetazione.

Le prime sottorazze della seconda Razza-Radice possedevano già alcuni aspetti semi-umani. Fluttuavano, scivolavano ed ascendevano sugli splendidi boschi tropicali. Incominciarono a sviluppare il germe della sensibilità ed a sperimentare certe modificazioni emozionali nella coscienza embrionale che si andava strutturando. Il primo sintomo di coscienza sensitiva si eleva al di sopra della rudimentale coscienza fisica. Il corpo fisico appare ora, nella quarta -Sottorazza, molto più stilizzato benchè gigantesco. Raggiungendo altezze di tre o quattro metri; nella Bibbia si fa menzione fugace di questi giganti nella Genesi 6,3,4, dove si dice testualmente: “ Sulla Terra c’erano a quel tempo giganti…”.

In realtà si riferiva ai Lemuri, la terza Razza-Radice, poiché essi sono menzionati come esistenti poco prima del Diluvio che ebbe luogo nel corso della quarta Razza-Radice o Atlantidea. L’ambiente circostante è realmente ostile ed il corpo deve essere straordinariamente forte per poter sopravvivere alla spaventosa lotta quotidiana contro gli elementi e i giganteschi ed aggressivi animali, per la maggior parte rettili, che contendono a questi esseri il possesso dei territorio.

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE.

La sensazione costante del pericolo imminente e la terribile necessità di una rapida ed adeguata reazione costituiscono la prima occasione per il raggruppamento degli uomini-animali . Essi vanno nuclei e piccole comunità dove impera la Legge del più forte. Si alimentano degli avanzi, degli animali morti ed anche di esseri della loro propria specie. Quando la Razza sta per finire, nelle sue ultime tappe. La colonna vertebrale si è innalzata costituendo una verticale rispetto al suolo; in questo punto sacro del corpo umano si struttura in modo definito il CHACKRA MULHADARA, IL deposito di fuoco di Kundalini e ormai l’uomo no non striscia più ma cammina.

Le due prime Grandi Razze Radici apparse sulla Terra crearono i caratteri fisici ed emozionali dell’umanità. Ed il loro sviluppo nel piano della evoluzione planetaria terrestre si perde nella lontananza dei tempi. Per quanto fossero in qualche modo ancora vincolate, soggettivamente, all’evoluzione dello Schema lunare. Queste due razze avevano i caratteri della evoluzione lunare in due definiti Atomi Permanenti, il fisico e l’astrale. L’atomo permanente Mentale o Unità Mentale sarebbe apparso molto più tardi come un diretto intervento dei “Signori della Fiamma”. Esseri extraplanetari altamente evoluti.

Con questo si vuole indicare che quello che chiamiamo Uomo, nel senso di essere intelligente o superiore ( solare) non apparirà che alla Terza Grande Razza-Radice, la LEMURE. Per questa ragione alcuni trattati esoterici incominciarono a raccontare la storia dell’uomo dalla Terza Razza Lemure, come se fosse la prima .

CONTINUA…….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *